lunedì 23 febbraio 2015

Quando le forze dell'ordine possono entrare in casa?

"Non potete entrare senza un mandato!": quante volte abbiamo sentito questa espressione nei film americani? E quante volte abbiamo pensato che si tratta di un luogo comune a stelle e a strisce, senza fermarci a pensare che, al contrario, nasconde una delle più grandi conquiste in tema di diritti fondamentali?
Gli Stati di diritto, infatti, si distinguono dagli Stati assoluti soprattutto per la prevalenza dei diritti individuali nei confronti del potere statale e, quindi, è giusto sapere se e a quali condizioni le forze dell'ordine possono entrare in casa di un privato cittadino.
Tanto per restare in tema di diritti fondamentali, è la nostra Costituzione a definire "inviolabile" il domicilio (art. 14), considerandolo una sorta di estensione della libertà personale (art. 13). Ed infatti la Carta fondamentale prevede, in sostanza, le stesse tutele per la libertà individuale e per la libertà di domicilio, stabilendo che le ispezioni, le perquisizioni o i sequestri non possono essere eseguiti presso il domicilio se non per atto motivato dell'autorità giudiziaria e nei soli casi e modi previsti dalla legge. Tali norme sono importantissime, perché limitano di molto i poteri delle forze dell'ordine: ecco il mito del "mandato", inteso come ordine del Giudice o del Pubblico Ministero (a seconda dei casi), necessario per legittimare una perquisizione, un'ispezione o un sequestro.
Ma non solo: la Costituzione aggiunge che l'atto dell'Autorità Giudiziaria deve essere anche "motivato" (cioè deve spiegare cosa si intende fare e perché), al fine di evitare azioni arbitrarie, e deve essere emesso in base alla legge. 
Ecco perché, ad esempio, per una perquisizione il codice di procedura penale richiede che vi sia il fondato sospetto che in un luogo si trovino cose pertinenti ad un reato, oppure che una persona detenga il corpo del reato sulla sua persona, o ancora che in un determinato luogo si trovi una persona da arrestare.
E' importante sottolineare che, in questi casi, spesso la legge prescrive delle ulteriori garanzie (ad esempio, quella di farsi assistere da un avvocato o da un'altra persona di fiducia). 
In linea di principio, dunque, è proprio come nei film: le forze dell'ordine possono entrare in casa nostra soltanto esibendo al cittadino il famoso mandato.
Tuttavia, l'ordinamento italiano prevede anche dei casi in cui le perquisizioni possono essere eseguite senza l'ordine dell'Autorità Giudiziaria: in genere ciò avviene quando è necessario tutelare interessi che la Costituzione ritiene importanti almeno quanto la libertà personale.
Ad esempio, alcune forme di perquisizione sono consentite in caso di flagranza di reato: è chiaro che se una persona viene colta nell'atto di commettere un omicidio e poi scappa è necessario assicurare sin da subito alla giustizia l'arma del delitto, procedendo a perquisizione personale: in questo caso l'interesse da tutelare è quello della sicurezza pubblica e del buon funzionamento della giustizia.
Un'altra ipotesi importante è prevista dal Testo unico delle leggi in materia di pubblica sicurezza (TULPS), che attribuisce agli ufficiali e agli agenti di polizia giudiziaria il potere di perquisizione "in qualsiasi locale pubblico o privato o in qualsiasi abitazione" qualora essi "abbiano notizia, anche se per indizio, dell'esistenza... di armi, munizioni o materie esplodenti, non denunziate o non consegnate o comunque abusivamente detenute" (art. 41 R.D. . 773 del 1931). Qui, com'è evidente, la legge tutela l'interesse della pubblica incolumità.
Tuttavia la Corte di Cassazione, richiamando anche varie pronunce della Corte Costituzionale, ha precisato che non basta il semplice "sospetto" dell'esistenza di armi o esplosivi, altrimenti l'azione delle forze dell'ordine sconfinerebbe nell'arbitrio e renderebbe lettera morta il dettato costituzionale, finalizzato proprio a proteggere il singolo dai pubblici poteri (Cass. penale, sez. VI, sentenza 18.12.2009 n° 48552).

47 commenti:

  1. Una domanda: se un vicino di casa con seri problemi con 26 famiglie del paese a seguito di un esposto al sindaco fatto dalle 26 famiglie decide di mandare controlli in casa a tutte le suddette famiglie, avendo ricevuto la notifica del controllo via posta si è obbligati a far entrare i controlli in casa o si può richiedere un mandato?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      Di che tipo di controllo si tratta? Da parte di chi è stata effettuata la notifica? Bisognerebbe leggere l'atto in questione, il quesito così resta un po' generico. Normalmente per dei controlli a sorpresa (es.: perquisizioni o sequestri) non viene notificato alcunché poiché si tratta di atti a sorpresa, per cui è sufficiente il decreto del giudice esibito dagli organi che effettuano l'atto.

      Elimina
    2. La notifica è del comune, i controlli sono edilizi, ad un vicino che ha un'azienda è stata mandata la finanza e a chi ha gli animali l'asl..

      Elimina
    3. La questione è interessante e, come dicevo sopra, bisognerebbe leggere gli atti...per esempio, da chi è stata mandata la finanza? Per quali atti? Per un'ispezione o una perquisizione?

      Elimina
  2. A parma vogliono mandare i vigili nelle case a controllare che non si superino i 19 gradi, possono farlo? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,
      In effetti la normativa vigente prevede dei controlli, ma in generale sono svolti da apposite ditte incaricate dalla Pubblica Amministrazione. Mi sembra strano che siano direttamente i vigili urbani a svolgere tali controlli. Se ha un link alla notizia o alla delibera comunale possiamo approfondire il tema.

      Elimina
  3. http://www.comune.parma.it/comune/ordinanze/PROVVEDIMENTO-STRAORDINARIO-PER-IL-CONTENIMENTO-DELLINQUINAMENTO-ATMOSFERICO-AI-SENSI-DELLE-MISURE-EMERGENZIALI-DEFINITE-DALLA-DGR-N-1392_m1018.aspx

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Mi sembra che i controlli si riferiscano alla circolazione stradale più che al riscaldamento. Oltretutto mi pare di rilevare un errore nell'ordinanza nel punto in cui prescrive le sanzioni di cui all'art. 7 del Codice della Strada, che riguardano la circolazione dei veicoli e le restrizioni operate dai comuni ai sensi del comma 1 lett. b dell'art. 7, ma non il riscaldamento domestico. Credo che l'ordinanza sia un po' pasticciata!

      Elimina
    2. Grazie, era sembrato anche a me... Buon pomeriggio!

      Elimina
  4. Buona sera, ho due domande da fare:
    1. Quattro giorni fa sono venuti i vigli a casa sostenendo che stavamo facendo lavori abusivi sul terrazzo, non avevano nessun mandato, nessun documento e nulla di nulla, con la prepotenza sono entrati in casa e a tutti i costi hanno voluto vedere il terrazzo, riscontrando che non c'era alcun lavoro in corso, mio fratello non voleva farli entrare ma loro hanno risposto che in quanto Pubblici Ufficiali lo potevano fare, alla fine sono andati via senza lasciare nulla. Lo potevano fare?
    2. Scesi in strada, i due vigili, hanno notato una crepa sotto il nostro balcone e senza dire nulla OGGI ci hanno notificato un verbale ai sensi dell'articolo 677 del C.P trasformato in illecito amministrativo ai sensi dell'art. 52 del D.Lgs. 30 dicembre 1999 n. 507 di € 309, questo verbale è firmato dai due vigili e dal loro comandante e in alcune note menziona che ti tale verbale sarà notiziato il sindaco, l'articolo 59 dello stesso D.Lgs. sancisce che l'autorità competente ad applicare tale sanzione è proprio il sindaco che però deve ancora essere informato, per legge è ammissibile una cosa del genere?
    Grazie Nicola.

    RispondiElimina
  5. Salve Sig. Nicola, oltre a rimandare all'articolo principale e alle risposte di carattere generico, posso consigliarLe di rivolgersi a un avvocato per le vie ordinarie, poiché come può leggere nel disclaimer il blog non sostituisce la consulenza legale necessaria nei casi specifici. Grazie, C.N.

    RispondiElimina
  6. Salve detengo arma dichiarata con relativo porto d armi. Il capitano dei carabinieri di vergato ieri con maresciallo e 2 supposti sono venuto a casa mia e hannopreteso di entrare anche in camera dove detengo arma ben custodita dicendo che potevanofarlo senza mandato. Possibile?il mio compagno gliel ha chiesto ma a loro il mandato per controllo armi non serve. Grazie della risposta...nel caso cosa posso fare? Loro erano in 4 noi in due.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, da quello che scrive mi sembra che i CC abbiano effettuato un controllo amministrativo sulla custodia delle armi, consentito senza obbligo di mandato perché non è un atto investigativo e quindi non ha natura processual-penalistica.

      Elimina
    2. Sì, il controllo, da parte delle forze dell'ordine, della corretta gestione delle armi (in armadio blindato con munizioni a parte) è amministrativo. Col controllo hanno tolto mi sembra il 15% delle armi in circolazioni, correttamente dichiarate ma gestite male. C'è il lato positivo: i C.C. ti fanno da guardia alla casa.

      Elimina
  7. Salve
    Stamattina sono arrivati sette carabinieri a casa mia non si sono manco identificati ma spacciati per l'idraulico una volta che ho aperto la porta se so infilati dentro dicendo che dovevano perquisire per droga senza un mandato e senza ulteriori motivazioni ne spiegazioni.. hanno smontato tt casa tt con esito negativo hanno anche mangiato i miei dolci fumato le mie sigarette e poi alla fine mi dicono che cercano un tizio che se lo conoscevo..m hanno aperto il mio portafoglio senza essere presente io perché non riuscivo a seguire tt insieme e in più ho una pupa di tre mesi che dovevo badare!!!!la mia domanda è... ma possono fare questi abusi di potere nei confronti di una persona che non ha mezzo precedente e mai avuti problemi di nessun indole???? Se gentilmente mi potete spiegare grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Pazzesco. Io nn credo possano. Doveva chiamare la polizia

      Elimina
    2. Buongiorno, Le hanno rilasciato copia del verbale?

      Elimina
  8. Questo commento è stato eliminato dall'autore.

    RispondiElimina
  9. Buongiorno,
    Volevo chiedere se è normale che due uomini imborghesi del comando dei carabinieri entrino dentro casa di un ragazzo coi domiciliari rivoltando casa e chiedendo dove fosse la droga senza nessun mandato e senza nessun pretesto valido (poiché i domiciliari non sono in assoluto per causa droga ma per rapina e non avendo nessun precedente di droga) volevamo rifiutarci di farli entrare in casa ma loro sono entrati così senza neanche chiedere permesso,dopo 4 ore che hanno rivoltato tutto anche gli assorbenti,uno dei due ha rotto la mensola dell'armadio salendo con tutto il peso,e sempre lui stava per rompermi la kappa della cucina salendo con tutte e due i piedi sopra ma ho iniziato a dare di matto e il collega l'ha fermato, non hanno trovato assolutamente nulla se non uno spinello,poiché il mio compagno è iscritto al sert siamo tranquilli perché è uso personale,ma ci hanno detto che torneranno perché sono insoddisfatti dato che volevano trovare kili di droga (INESISTENTI!!!)
    Io sono una donna incinta e non hanno avuto nessun rispetto per me o per la mia casa.
    Ora vorrei sapere se la prossima volta che c'è lì troviamo dietro la porta possiamo Rifiutarci di farli entrare visto che non hanno nessun mandato scritto e non c'è nessuna ragione per farci tutto questo casino in casa.
    Oggi pomeriggio dicono che ci porteranno un foglio con su scritto il perché di questa perquisizione e scrivendo ciò che hanno trovato(0.3 di marijuana), se loro scrivono altro cosa possiamo fare ? E possiamo quindi rifiutarci se verranno dinuovo a perquisire casa nostra ?
    Grazie per la risposta

    RispondiElimina
  10. vorrei sapere se i carabinieri p0ss0no entrare senza mandato in casa e perquisire anche se e un pregiudicato;

    RispondiElimina
  11. Buongiorno, so che è passato molto tempo da quando ha pubblicato il suo interessante articolo, ma le vorrei fare una domanda di carattere generico determinata da un fatto specifico di cui le alleghero il link in fondo al commento: come fa un privato cittadino a determinare se i tutori dell'ordine, presentatisi alle porte di casa, possano entrare legittimamente o meno se NON hanno un mandato da esibire? Possibile che 10 gr. di hashish detenuti da un MINORE possano determinare "carattere d'ugenza", facendo partire una perquisizione domiciliare? Purtroppo, in questo caso, la solerzia della GdF ha causato un morto... Grazie per l'eventuale risposta e cordiali saluti. Luciano
    https://left.it/2017/02/14/la-maxi-operazione-per-dieci-grammi-di-hashish-con-il-morto/?utm_content=buffer109a5&utm_medium=social&utm_source=facebook.com&utm_campaign=buffer

    RispondiElimina
  12. Buongiorno a tutti coloro che hanno commentato questo articolo che, a quanto vedo, ha riscosso un certo interesse. Vi ringrazio per questo. Agli interventi di Chanel Milano e Vincenzo Bisanzio rispondo rapidamente perché in entrambi casi la risposta è semplice: senza mandato non si può procedere a una perquisizione. A lucino rispondo, invece, che per quanto ho potuto leggere nel caso di specie la perquisizione è avvenuta nell'ambito di una regolare operazione antidroga, e quindi con esplicita autorizzazione di un Giudice (poi possiamo dibattere sull'opportunità dell'operazione e delle modalità con cui è stata condotta, ma mi sembra che nel caso specifico l'operazione fosse legittima).

    RispondiElimina
  13. Buongiorno à tutti ho una domanda ieri un amico mi ha chiamato dicendo che la polizia li aveva perquizito la casa perché mi cercavo à me... è vero che ho ancora la mia residenza li ma non piu il contratto d'affitto e sono domiciliato dalla mia ragazza dove ho richiesto la residenza, la cosa essendo molto strana per me...perché non faccio uso di drogue e mi tengo sempre lontano da queste cose poi lui ha il numero mio non so perché non la dato alla polizia visto che mi cercavanno... qualcuno mi sa aiutare!!!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve, posso solo consigliarLe di rivolgersi a un avvocato per casi specifici come il Suo.

      Un cordiale saluto,
      C.N.

      Elimina
  14. Salve. Io le volevo chiedere invece se si fanno dei lavori a casa, é un diritto loro entrare per controllare? Anche se fosse sotto sollecitazione dell'amministratore? Grazie mille

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,

      dipende dal tipo di lavori ma, in generale, a mio giudizio la risposta è negativa.

      Elimina
  15. il problema non è se entrano e con quali diritti, ma il modo: molte volte sono rilassati perchè sanno che c'è "un tetto tranquillo" e gli offri anche il caffè;
    altre volte sono saccenti, irritanti, dicono cose varie senza senso per concutere un chi sa cosa e impongono restrizioni assurde, disumane. A un conoscente che fà quel lavoro gli ho fatto notare che sono a contatto col 10% della popolazione, con quelli che hanno problemi cognitivi, il 90% invece accetta di discutere, forse dovrebbero accettare di essere a 1000km di distanza da casa e che la popolazione sà anche essere ospitale, ma devono rispettarla.

    RispondiElimina
  16. Se in ospedale la polizia mi punta la pistola mi porta in un altra stanza e mi perquisisce per un abbondante ora per poi dirmi che la segnalazione era sbagliata, ha agito bene? ci sono estremi per un indennizzo?

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve,

      fermo restando che con questi pochi dati è impossibile fornire un parere, che comunque non darei su questo blog (non è la sede adatta), direi che un avvocato penalista, al quale la consiglio di rivolgersi, darebbe una risposta positiva.

      Cordiali saluti,
      C.N.

      Elimina
  17. Salve, ipotizzando lo scenario:
    Festa che prosegue anche di notte in una proprietà privata (una casa) in cui sono presenti alcool e droga, le forze dell'ordine sono autorizzate ad entrare o si può rispondere "all'americana"?
    Cordiali Saluti
    C.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Diciamo che probabilmente, avendo sospetto della presenza di sostanze stupefacenti, potrebbero agire nell'ambito di un'operazione di polizia per la prevenzione e la repressione del traffico illecito di sostanze stupefacenti o psicotrope, o comunque nell'ambito del DPR 309/1990 (c.d. "Testo unico sulla droga"), che consente - anche con finalità preventive - la perquisizione con margini più ampi di quelli del codice di procedura penale. Forse prima o poi mi converrà scrivere un articolo più specifico per le perquisizioni legate al mondo della droga ;-)

      Elimina
  18. Buongiorno
    Ho una curiosità da chiedere.
    Stamattina sono arrivata in ufficio e ho trovato 2 auto di carabinieri e 2 auto normali, quindi di conseguenza, c'erano 8 carabinieri in divisa e 8 persone in borghese, che stavano perquisendo il capannone. Quando ho chiesto le spiegazioni e cosa stava succedendo, mi hanno liquidato in malo modo.
    Da quello che ho potuto capire hanno arrestato 2 persone che hanno svolto dei lavori nell'immobile, 2 operai, che non c'entrano nulla con la ditta sita nell'immobile.
    Il proprietario del capannone non sapeva nulla, infatti l'ho informato io di quello che stava succedendo (nemmeno le forze dell'ordine sapevano chi era il proprietario dell'immobile)
    La mia domanda è possono farlo? non mi hanno fatto entrare ("hanno detto che non mi riguarda")per capire cosa stavano facendo.
    Hanno rovinato la merce, hanno sequestrato della merce (parole loro, senza dire o indicare cosa) e se ne sono andati via senza una spiegazione o rilasciare alcun documento

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve,

      mi scusi ma dal racconto non riesco a comprendere una serie di elementi (fermo restando che, come ripetuto più volte, non fornisco consulenze su casi specifici), tra cui una fondamentale: Lei è titolare dell'attività?

      Ad ogni modo avrebbe dovuto chiamare rapidamente il Suo Difensore di fiducia.

      Un cordiale saluto,
      C.N.

      Elimina
    2. Non sono un titolare, sono solo la segretaria, sono arrivata li solo per iniziare il mio turno di lavoro, il titolare l'ho avvisato io, che è arrivato un ora dopo, purtroppo era al lavoro in un altra regione.
      Le chiedo scusa, ma sono ancora agitata e spaventata. E' successo tutto qualche ora fa.
      Il difensore di fiducia l'ho stiamo cercando ora, non abbiamo un difensore di fiducia penale, ma solo civili. Non abbiamo mai avuto bisogno.
      Però se non mi sbaglio non possono fare perquisizioni in questo modo o sbaglio?

      Elimina
    3. Guardi, la situazione è molto complessa anche perché Lei sostiene che gli operai arrestati non sono dipendenti della ditta per cui Lei lavora; il sequestro della merce potrebbe essere connesso all'esecuzione dell'arresto anche se da quanto mi scrive non è chiaro se vi sia stato o meno un sequestro ("parole loro").

      E' opportuno l'intervento di un buon penalista!

      Elimina
  19. No infatti non lo sono, però hanno fatto un bagno, che deve essere ancora finito.
    Purtroppo non hanno dato nessuna spiegazione, hanno solo detto quelle 4 cose.
    La ringrazio

    RispondiElimina
  20. In caso di circonvenzione di persona mentalmente debole (semplicemente molto poco istruita e superstiziosa, ma non interdetta) il figlio residente in un'altra abitazione può chiedere alle forze dell'ordine di entrare nella casa dell'anziana madre, nel caso questa fosse da giorni in balia di un medium?

    RispondiElimina
  21. Salve, con una denuncia-querela ben circostanziata sicuramente si può ottenere un accesso presso la casa. Consiglio di rivolgersi a un penalista. Cordiali saluti.
    C.N.

    RispondiElimina
  22. salve ieri si sono presentati 3 agenti in borghese mostrando i documenti, hanno detto che avevano avuto una segnalazione, chiesto di chi era casa e voluto vedere i documenti di mio marito(incensurato e lavora come magazziniere),sono andati fuori al balcone hanno guardato sotto di noi(siamo al 4 piano)a destra dove sono i balconi dell'altra scala." uno di loro a detto: " non e qui e l'altra scala", sorridendo e salutando sono andati via.
    poi siamo scesi per delle commissioni e stavano parlano all'angolo della strada (poi erano 4).
    Siamo scossi, lo possono fare? Se ritornano come dobbiamo comportarci? Anche se siamo tranquilli perché non abbiamo nulla da nascondere, ma quando succedono queste cose un po' di agitazione c'è sempre. Non capiamo se qualcuno e contro di noi e possano farci dei dispetti. Grazie.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve,

      la risposta è nell'articolo. Nel Vostro caso, peraltro, la "segnalazione" per non si sa che cosa aggrava senza dubbio la posizione degli agenti.

      A mio giudizio, se dovessero ripresentarsi, dovreste chiedere quantomeno copia scritta di un atto che motiva l'intrusione.

      Un saluto,
      C.N.

      Elimina
  23. Salve a lei, vivo sapere se si può in abitazione fare una perquisizione quando in casa non vi è nessuno, cioè entrando di nascosto . Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Buongiorno,

      per una perquisizione "ordinaria" (cioè che non rientra nelle ipotesi di perquisizione urgente, ad esempio per la ricerca di esplosivi, come spiegato nel posto), la perquisizione può essere effettuata anche in assenza dell'indagato purché vengano rispettate le sue garanzie difensive: in sostanza l'indagato deve averne notizia.

      Cordiali saluti.

      C.N.

      Elimina
  24. Buonasera, sono proprietario di una casa che affitto regolarmente l’estate con contratto di locazione turistico per brevi periodi. Sono stato contattato dai vigili urbani del mio comune, che in questo periodo fanno visita alle case vacanze, b&b e alberghi, (per verificare varie licenze amministrative), mostrandomi delle foto dell’interno della mia casa. Io personalmente durante la loro visita non ero presente e ovviamente non ero al corrente della loro presenza. L’inquilino che regolarmente occupava la casa ha aperto agli uomini in divisa che hanno ispezionato la casa e fotografato gli interni. È un controllo legale? È normale che possono fare foto senza violazione privacy e consenso? Grazie

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Salve,

      a mio parere, in primo luogo - trattandosi di un controllo amministrativo - siamo al di fuori delle ipotesi descritte nel mio articolo, che fanno riferimento ad atti di natura penale.

      Fatta questa premessa, direi che, essendoci un regolare contratto di locazione, l'inquilino è legittimato a far entrare chiunque voglia e se le fotografie che sono state scattate servono a un controllo puramente amministrativo non ritengo che ci siano state violazioni da parte dei vigili.

      Secondo me, dovrebbe fare istanza di accesso agli atti per verificare a quale fine la polizia locale ha svolto tali accertamenti.

      Cordiali saluti.

      C.N.

      Elimina
  25. 6giorni fa sono entrati 2 carabinieri(ex forestale)nel mio giardino senza fare vedere un mandato o un documento per controllo degli fosse.dopo hanno fatto foto in tutte le parte. Mi hanno chiesto chi ha fatto gli lavori della muratura fresca (un basso muro,scale,pavimenti tutto in pietra dell luogho).possono entrare in un ambiente privatoe fare le foto senza mandato e senza il mio permesso?
    Il mio carissimo vicino lavora per la polizia e non e la prima volta,che lui mi cerca da sorpresare con denuncie e sopraluoghi degli amici colleghi.

    RispondiElimina
  26. Salve, tempo fa la forestale è entrata nella mia proprieta’ , facendo delle fotografie e rilevando un abuso edilizio. In pratica ho piazzato una casa mobile e mi sono allacciato alla fogna di casa mia. Dopo circa 50 giorni mi è arrivata la notifica che mi diceva di togliere la casa in questione entro un tot di tempo salvo sanzioni. Fatto ciò con relativa documentazione e fotografie che provavano l’effettiva collocazione della casa in un altro terreno di proprieta’ sempre mia, mi sono visto recapitare un verbale. Nei miei confronti in quanto, a loro dire, proprietario della casa mobile e a mia moglie in quanto proprietaria del terreno dell’abuso in questione. 9250€ di verbale a testa. Ma io dico come possono loro entrare nella mia proprietà scattare delle fotografie in tutta libertà senza essere interpellato e addirittura provare che la casa sia mia e nn di mia moglie e quindi procedere con un doppio verbale? Secondo lei non si tratta di un abuso di potere? Grazie.

    RispondiElimina
  27. Salve. ieri mentre ero fuori casa hanno fatto una perquisizione in casa mia per mio fratello. Durante la perquisizione in camera mia, mi hanno rovinato un oggetto da collezione di un certo valore aprendone la custodia ancora SIGILLATA, quindi ora ha perso estremamente valore tale oggetto. É possibile denunciare questo atto o essere in qualche maniera risarcito?

    RispondiElimina